Parkinson e osteopatia: i benefici per i pazienti

Nel trattamento delle persone affette da morbo di Parkinson, l’osteopatia, in collaborazione con le altre discipline sanitarie, può rivelarsi di particolare aiuto per migliorare la loro qualità di vita. Infatti, nel caso della malattia di Parkinson i trattamenti osteopatici, inseriti in un approccio multidisciplinare, offrono al paziente un programma riabilitativo completo che pone al centro il suo benessere.

La malattia di Parkinson: cause e sintomi

Il Parkison è una malattia neurodegenerativa, con un’evoluzione lenta e progressiva, che coinvolge principalmente il movimento e l’equilibrio.

La malattia di Parkinson si manifesta quando la produzione di dopamina nel cervello cala consistentemente, a causa della degenerazione dei neuroni che si trovano nell’area chiamata Sostanza Nera (la perdita cellulare è di oltre il 60% all’esordio dei sintomi). Inoltre, alla comparsa della malattia iniziano a rilevarsi dal midollo al cervello degli accumuli di una proteina chiamata alfa-sinucleina. Si ritiene che possa essere proprio questa proteina a diffondere la malattia in tutto il cervello. Quale sia la durata della fase preclinica – ossia del periodo di tempo che intercorre tra l’inizio della degenerazione e i sintomi motori – non vi è assoluta certezza, ma secondo alcuni studi potrebbe essere di circa 5 anni.

Le cause della malattia non sono ancora note, ma tra le varie ipotesi si parla di: mutazione genetica, familiarità (del 20% circa) e vengono segnalati anche dei fattori di rischio come esposizione a tossine o agenti inquinanti.

I benefici dell’osteopatia per i malati di Parkinson

L’osteopata può ricorrere a diverse tecniche con varie funzioni, ecco quali:

  • articolatorie e muscolari per favorire il recupero dei parametri di mobilità
  • di rilascio e sostegno del diaframma toracico 
  • per liberare le tensioni a livello delle zone interessate

In generale, i trattamenti osteopatici possono aiutare i malati di Parkinson a riarmonizzare la postura e l’assetto muscolare, agendo direttamente sulla tensione miofasciale che provoca dolore e indirettamente nelle zone rachidee di maggior rigidità.

I benefici dell’osteopatia si riscontrano anche in termini di fiducia e sicurezza, i pazienti infatti, riacquistano un rapporto col proprio corpo e la qualità della loro vita migliora.

Perché scegliere CFTO e la sua equipe?

Nel nostro Centro c’è una particolare attenzione per i pazienti affetti da malattie  così disabilitanti come il Parkinson e la nostra equipe di medici e osteopati è in grado di fornire terapie osteopatiche di livello accademico che applicano sempre tutte le più recenti evidenze acquisite dalla ricerca.

Inoltre, cerchiamo di favorire l’accesso alle cure osteopatiche con promozioni e tariffe agevolate perché l’osteopatia deve essere per tutti.

Per fissare il tuo primo appuntamento, clicca qui: https://cfto-osteopatia.it/contatti/

Prenota una visita presso il CFTO

    Promozione Terza Età:
    GRATIS prima visita + 1 trattamento osteopatico