Revisione sistematica marzo 2019 degli studi controllati svolti sulla lombalgia cronica

emicrania_cronica
Emicrania cronica e osteopatia: la ricerca è in corso
17 luglio 2019
osteopatia_pediatrica
Terapia manuale in ambito pediatrico: revisione sistematica marzo 2019
31 luglio 2019
Mostra Tutto

Revisione sistematica marzo 2019 degli studi controllati svolti sulla lombalgia cronica

Lombalgia-2

Nel mese di marzo 2019 è stata pubblicata una revisione sistematica e una meta-analisi di studi controllati svolti al fine di valutare i benefici e i rischi della terapia manipolativa spinale (SMT) per il trattamento della lombalgia cronica.

Gli autori della revisione dove hanno reperito le informazioni?

Gli studi analizzati provengono da Medline, PubMed, Embase, Cochrane Central Register of Controlled Trials (CENTRAL), CINAHL, Database di prove di fisioterapia (PEDro), indice di letteratura chiropratica e registri di prova fino al 4 maggio 2018, inclusi elenchi di riferimento di prove idonee e relative revisioni.

Quali criteri sono stati utilizzati per selezionare gli studi?

Sono stati presi in considerazione gli studi controllati randomizzati che esaminano l’effetto della manipolazione o della mobilizzazione vertebrale negli adulti (≥18 anni) con lombalgia cronica con o senza dolore riferito. Sono stati esclusi gli studi che hanno esaminato esclusivamente la sciatica, così come la letteratura non pubblicata. Nessuna restrizione è stata applicata alla lingua o alle impostazioni.

Qual è stato il metodo di revisione?

Due revisori in cieco hanno selezionato gli studi, hanno estratto i dati e valutato il rischio di errori procedurali e la qualità delle evidenze. L’effetto della terapia manipolativa spinale è stato confrontato con terapie raccomandate ( terapie che seguivano linee guida per il trattamento della lombalgia cronica), terapie che non le seguivano, terapia manipolativa spinale placebo e terapia manipolativa spinale come terapia adiuvante ad altri tipi di trattamento. In questi studi i risultati attesi principali erano il dolore e lo stato funzionale specifico della colonna, esaminati rispettivamente come differenze medie e differenze di medie standardizzate (SMD). I risultati sono stati esaminati a 1, 6 e 12 mesi. La qualità delle prove è stata valutata utilizzando il sistema GRADE. È stato utilizzato un modello a effetti casuali ed è stata esplorata l’eterogeneità statistica.

Quali sono stati i risultati della revisione?

La revisione ha identificato 47 studi randomizzati controllati che includevano un totale di 9211 partecipanti, che erano in media di mezza età (35-60 anni). La maggior parte degli studi ha confrontato la terapia manipolativa spinale con le terapie raccomandate. Evidenze di qualità moderata hanno suggerito che la SMT ha effetti simili ad altre terapie raccomandate per il sollievo dal dolore a breve termine.

Quali conclusioni sono state raggiunte?

La revisione dimostra che la terapia manipolativa spinale produce effetti simili alle terapie raccomandate per la lombalgia cronica e che sembra essere preferibile come soluzione rispetto agli interventi non raccomandati per il miglioramento della funzionalità a breve termine. Tuttavia, non sono ancora completamente chiari i rischi di eventi avversi associati alla terapia manuale spinale sebbene la maggior parte di questi abbia una natura muscoloscheletrica transitoria con una severità considerata da lieve a moderata. e comunque i medici dovrebbero informare i loro pazienti del possibile manifestarsi di questi effetti collaterali.

Anche in AIMO è attivo un progetto di ricerca dedicato alla lombalgia, corrisponde al vero?

Sì, c’è stato un primo progetto di ricerca che si è concluso nel luglio 2018 con l’elaborazione del Questionario in lingua italiana, successivamente pubblicato sul primo numero (anno 2019) della rivista scientifica Annali di Igiene, Medicina Preventiva e Comunità (editrice SEU) con il titolo Italian Translation and Cross-Cultural Adaptation of a Back Pain Screening Questionnaire (Start Back Screening Tool) (di Alberto Maggiani e Alessandra Abenavoli).
E quest’anno è ripreso, sviluppato dal Dipartimento Ricerca AIMO e CFTO in collaborazione con l’Università Cattolica di Milano e l’Università La Sapienza di Roma, al fine di convalidare le qualità psicometriche e l’affidabilità del Questionario sulla popolazione italiana. A tal proposito, la versione italiana dello Start Back Screening Tool messa a punto in AIMO verrà successivamente confrontata con altri questionari affini per valutare se possa considerare al pari di questi o addirittura superiore in termini di affidabilità.

Quali sono i vantaggi nell’aderire alla ricerca?

Il progetto di ricerca è naturalmente aperto a tutti gli utenti del CFTO che soffrono di mal di schiena e vogliono partecipare allo studio scientifico. A coloro che si recheranno in CFTO per richiedere visite e trattamenti osteopatici per i loro problemi di lombalgia sarà semplicemente richiesto di compilare tali questionari, che saranno poi rielaborati e valutati dal Dipartimento Ricerca AIMO.
Aderendo al progetto di ricerca presso la nostra sede di Saronno si avranno in omaggio: la prima visita + 3 trattamenti osteopatici successivi.
Per fissare un appuntamento si può compilare il form con i propri dati su questa pagina: https://cfto-osteopatia.it/richiedi-appuntamento/.
Oppure chiamare il numero verde: 800 030233